A Place for the Unwilling – Recensione di un particolare indie sbarcato su Stadia

I titoli dal ritmo compassato non hanno mai avuto vita facile nel mondo dei giochi. La maggior parte delle persone quando acquista un gioco vuole una gratificazione immediata, pura azione o una narrazione avvincente. Ci vuole qualcosa di speciale per convincere qualcuno a investire in un lungo percorso o in progetti particolari. A Spot for the Unwilling è certamente diverso, nella strana città delle ombre e nel vostro ruolo di piccolo mercante audace. Ma laddove la maggior parte dei titoli contraddistinti da un ritmo lento si trasforma con una grande rivelazione advertisement un certo punto della storia, questo indie rimane costante dall’inizio alla wonderful. È unico non solo for every la sua struttura, ma for each il suo ritmo permanentemente letargico e for each la difficoltà anche nel trovare tutti i tasselli che avvolgono il mistero alla foundation del gioco.

Ora parliamo della trama, il vostro amico d’infanzia, Henry Allen, si è tolto la vita. Nonostante il tempo e la distanza che vi separano, ha lasciato la sua attività commerciale e i suoi beni terreni alle vostre treatment. Tutto quello che vi chiede appear ultima richiesta è che vi prendiate cura dei sua moglie e di sua madre. Per esaudire il desiderio dell’amico vi trasferite in città, una vasta metropoli vittoriana avvolta nella nebbia, così da continuare l’attività al suo posto. I tanti mercanti e funzionari della città vi danno il loro benvenuto, ma qui non tutto va bene, perché le tensioni tra ricchi e poveri, capitale e lavoro, stanno arrivando al culmine. Le vostre azioni avranno un impatto drammatico sulla vita di coloro che incontrerete e avranno il potenziale per spostare l’equilibrio del potere tra le classi sociali. Ma dietro tutti gli accordi e le trattative, la domanda rimane… perché il vostro amico si è suicidato?

Nella pagina dello shop di Stadia di A Spot for the Unwilling potreste aver notato il riferimento a Lovecraft o al fatto che la città morirà in 21 giorni. E forse vi starete chiedendo perché non ho menzionato questi thanks punti salienti nella mia breve sinossi del gioco. Questo perché for each una notevole parte della storia, facilmente dalle sei alle otto ore, non troverete nulla di veramente misterioso o soprannaturale. Inizierete appear un nuovo arrivato in città, con la vostra mente e le vostre preoccupazioni principalmente rivolte al commercio ed a conoscere vari personaggi. Tutti e tre i quartieri sono da subito disponibili e siete liberi di girovagare, parlare con i numerosi residenti e comprare o vendere nei vari negozi. Ogni mattina riceverete observe da alcuni cittadini, che vi chiederanno di visitarli, e dovrete così decidere appear dedicare il vostro tempo limitato, potendo scegliere chi incontrare, chi aiutare, ecc.

Il gioco procede in questo modo, arrive una sorta di avventura a foundation di commercio e relazioni sociali, per l’intera prima settimana. Imparerete di più sulla città e sulle persone con cui parlate, vi farete amici e denaro ma, for each i più attenti, comincerete a notare qualche stranezza. Poco cambia nelle because of settimane successive, ma il tono e le implicazioni avranno uno “stravolgimento”. La seconda settimana porta con sé intrighi molto più cupi da seguire e un chiaro segno che qualcosa di innaturale sta accadendo in città. Entro la terza settimana c’è la possibilità che voi abbiate scoperto il segreto dietro tutto, ma invece di essere un cambiamento drammatico o una rivelazione che cambia il gioco, significa solo che trascorrerete quegli ultimi giorni a prepararvi per la fine. Questa è la lenta e persistente trama del titolo.

Se questa è un fattore positivo o negativo dipende interamente dal giocatore, davvero. A Spot for the Unwilling è un mistero gigantesco senza cutscene o azione sfrenata e non ci sono garanzie che lo scoprirete nella vostra prima operate. Rivelare i segreti della città richiede di stringere amicizia con le persone giuste e aiutarle con i loro compiti, il che può rivelarsi difficile a diversi livelli. A volte i compiti richiedono effettive scelte morali, occur trascurare i poveri for each compiacere un influente uomo d’affari, o schierarsi con i cittadini contro la polizia a rischio di farsi del male. Altre volte l’attività stessa non sarà chiara, a causa di alcune stranezze nello script che non fanno comprendere appieno certe “dinamiche”. Ed a volte capiterà di mancare un passaggio fondamentale for every questione di tempo, ad esempio mi è capito che non potessi completare una missione perché sono arrivato dieci minuti dopo le 19:00 e il negozio period chiuso.

Questo è un gioco difficile for each perfezionisti o completisti, perché non avrete tempo for every fare tutto ciò che potresti desiderare e alcuni requisiti sono piuttosto rigidi. Inoltre non saprete occur funzionano certe cose a volte, in particolare quando le missioni sono vaghe su dove dovreste incontrare qualcuno o con chi dovreste parlare per ricevere assistenza. Non ci sono nemmeno seconde possibilità, con alcune attività realizzabili solo lo stesso giorno in cui le ricevete, indipendentemente dal fatto che sia la prima cosa da fare al mattino o dieci minuti prima che tutto in città chiuda. Purtroppo sono incappato in qualche bug arrive dialoghi fuori sequenza o il vostro personaggio che rimane bloccato su muri o detriti. Non ho mai avuto problemi nel finire il gioco, ma ci sono andato vicino il penultimo giorno, quando in qualche modo non potevo lasciare una determinata stradina della città.

For every quanto riguarda il lato visivo A Area for the Unwilling ricorre ad uno stile di disegno cartoonesco 2D che aiuta a definire le caratteristiche principali di edifici e personaggi. Le industrie della città spillano fumo, le vie in pietra sono coperte da una spessa nebbia e nella great che si avvicina, possiamo vedere anche una spruzzata di spirito Lovecraftiano che pesa sull’ambientazione, che rimane comunque bilanciata sotto ogni punto di vista.

La strana combinazione che permea tutto il gioco di AlPixel si riflette anche sul sonoro oltre che sullo stile grafico, con piacevoli melodie che ci accompagnano mentre ci avventuriamo per la città e che cambiano in base al posto in cui ci troviamo, o al locale in cui entriamo. A volte (specialmente verso sera) il sonoro si fa assente lasciandoci giusto ai suoni ambientali for each giustificare la nostra attitudine alle ore piccole. Cosa particolare, il sonoro si adatta anche al tipo di personaggio con cui ci troviamo a parlare: non sarà difficile sentire un tintinnio di monete ogni volta che parleremo con un PNG particolarmente prepotente o ricco, oppure piccoli alti mentre ci relazioniamo con donne eleganti, o bassi prepotenti col bibliotecario un po’ panciuto e molto acculturato.

I controlli invece sono chiaramente ottimizzati for each l’utilizzo di un controller. Sulla tastiera, ho continuato a salire accidentalmente sui taxi, perché vi muovete con i tasti freccia e selezionate le opzioni con WASD.


In definitiva, A Position for the Unwilling è un titolo davvero unico e particolare. Essendo un’avventura lenta, spietata, e occasionalmente buggata, è necessaria di armarsi di un po’ di pazienza for every apprezzarlo appieno. E nei giorni in cui nessuno vi dà compiti per qualsiasi motivo, o raggiungete uno dei dieci finali che non spiega praticamente nulla sulla vera natura della città, potreste chiedervi se point out sprecando solamente prezioso tempo. Ma questo è anche il bello di questo progetto, che non c’è nient’altro di simile là fuori. Nessun altro gioco vi consente di scambiare merci e fomentare una ribellione popolare for each le strade di una città non del tutto ormeggiata nella realtà, o fare amicizia con strani personaggi mentre si avvicina il ventunesimo giorno che segna la parola “fine” su questa storia. Anche dopo aver trascorso una dozzina di ore in una singola operate e non aver capito granché della vera trama del gioco, ero molto più curioso che frustrato così ho portato a termine altre owing campagne full. Quindi, se mi vedete vagare ancora una volta for every le strade di questa strana città senza nome, potreste capire perché vi consiglio spassionatamente di dare una possibilità a questo piccolo gioiello.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *