Sniper Ghost Warrior Contracts 2 – Recensione PS5

Dopo alcuni mesi dalla sua uscita, è finalmente arrivata anche la versione PS5 di Sniper Ghost Warrior Contracts 2, secondo capitolo della serie sniper-FPS targata CI Game titles. Il titolo era stato infatti pubblicato su tutte le piattaforme, ma la versione subsequent-gen per la nuova console di Sony ha visto un periodo di lavoro more for every essere rifinita e migliorata (con anche qualche polemica da parte dello studio stesso, che si è lamentato delle difficoltà di programmazione su PS5).

Abbiamo avuto modo di mettere mano proprio a questa versione, che quindi vede il 4K nativo, ma anche il supporto al ray-tracing e alcune delle novità della nuova generazione di console. Perciò, pronti al fuoco, ecco la nostra recensione di Sniper Ghost Warrior Contracts 2!

Sabbia, sangue e piombo

Il primo capitolo della serie Sniper Ghost Warrior Contracts ci aveva portato nelle lande gelide della Russia, ma con questo secondo capitolo l’azione si sposta invece nel deserto, for each la precisione in Medio Oriente. Qui gli sviluppatori hanno creato uno Stato immaginario, il Kuamar, dove si sta instaurando una dittatura capeggiata da Bibi Rashida, che quindi diventerà il nostro obiettivo primario. La donna però non è sola, in quanto per arrivare al potere si è servita di diversi colonnelli dell’esercito, ma anche di hacker e altri mezzi. Tutti questi diventeranno for every noi bersagli sensibili, da eliminare in modo tale da ridurre il potere della Rashida, prima di puntare alla sua uccisione.

La struttura di gioco è praticamente rimasta identica rispetto al primo capitolo, stante questo cambio di ambientazione, che risulta però riuscito solo in parte: la varietà degli scenari è davvero scarna. Se è pur vero che si tratta di uno Stato in mezzo al deserto, un po’ di varietà sarebbe stata gradita. Le varie missioni si dislocano in diversi gruppi, all’interno di macro-aree da esplorare. Una volta eliminato un bersaglio, si può tornare a dei checkpoints, che ci saranno utili for every migliorare o modificare arrive si vuole il nostro equipaggiamento. Le missioni alla great anch’esse non sono particolarmente varie, in quanto si tratta “semplicemente” di farsi strada fino all’obiettivo, e la ripetizione di questo concetto fino alla good del gioco.

La cosa sicuramente rilevante è però il fatto che, nonostante si tratti di uno “sniper-FPS“, il gioco va a lasciare piena libertà di approccio. Possiamo infatti decidere di metterci a cecchinare, quindi appostarci su una zona rialzata, e sfruttare dunque i nostri gadget da ricognizione, tipo binocoli e droni, che sono fondamentali per marcare i nemici, oppure possiamo lanciarci a testa bassa nella mischia, sfruttando le assorted armi a corto/medio raggio, e fare strage dei nostri rivali. Sniper Ghost Warrior Contracts 2 incarna perfettamente il concetto: sei uno contro molti, ma hai tutti i mezzi for every portare a casa la vittoria. 

Come detto, questo secondo capitolo della serie vede un cambiamento solo e soltanto nell’ambientazione in maniera netta, perché il resto è rimasto praticamente inalterato. Questo, per fortuna, vale anche per quanto riguarda il sistema di mira, chiamato Dynamic Reticle Process, che è stato uno degli elementi più apprezzati dello scorso titolo. Il gioco infatti prevede un sistema di mira che, con pochi e semplici tocchi, vi permette di poter sparare colpi anche a più di mille metri di distanza. Il sistema infatti prevede uno zoom molto ampio, ed è possibile regolare la distanza del tiro. Sui nostri colpi però andrà advert incidere il vento, e arrive questo andrà a considerably “cadere” i nostri tiri ci viene indicato da un sistema che troviamo all’interno del mirino. Il titolo presenta diversi livelli di difficoltà, e advertisement ogni livello potremo togliere diversi aiuti, for each rendere il nostro shooting molto più difficile: for every i meno esperti è ottimo, for every familiarizzare con il sistema, la presenza di un indicatore a punto rosso/giallo, che aiuta a capire dove dobbiamo mirare per andare a segno. Nei livelli più alti, questo e altri aiuti non sono presenti, lasciandoci dunque piena libertà di controllo.

Altri sono gli elementi che sono rimasti dal primo capitolo, alcuni molto belli e altri decisamente brutti. Tra le cose belle annoveriamo certamente la presenza della killcam, che andrà ad esaltare i nostri tiri più spettacolari. Questa è indubbiamente un ottimo modo for each considerably salire il livello del “fomento” quando si riesce a mandare a segno un colpo da lunghissima distanza, e magari si riesce a fare un headshot. In un paio di missioni mi è infatti capitato di riuscire advertisement eliminare un bersaglio usando un colpo solo, con un headshot, a più di 1500 metri di distanza. Il tutto è stato esaltato dalla killcam. Capite da voi che la spettacolarità della cosa. 

Passiamo però alle cose brutte che sono state riprese dal vecchio capitolo, prima su tutte l’IA di gioco. Questa risulta davvero troppo squilibrata: alterna infatti momenti di estrema lucidità a momenti di puro delirio. Nel ripulire un’area mi è capitato di eliminare un nemico posto su un’altura, i suoi compari si sono precipitati sul posto, ma lo hanno fatto arrivando tutti insieme da un unico punto. Mi è bastata una granata tirata nel mucchio a spazzare via più di 10 nemici con un colpo solo. Questo è l’esempio perfetto per spiegare lo squilibrio dell’IA, assieme al fatto che, alcune volte, vi capiterà di essere colpiti da lunghissima distanza anche da nemici che possiedono banalmente delle pistole, una roba che non ha senso. Qualche cosa da rivedere c’è sicuramente anche for each quanto riguarda i bug che affliggono il titolo, cose arrive cadaveri che spariscono o che non rilasciano loot quando questo viene indicato appear presente, esplosivi fluttuanti e altri piccoli elementi che sicuramente vanno a minare l’esperienza di gioco complessiva.

Anche le assorted sezioni di arrampicata certamente non spiccano for every brillantezza, ma anzi vengono spesso a risultare occur un qualcosa di raffazzonato e che sembra essere stato inserito in ultima battuta poco prima del rilascio del gioco. Saranno più le volte che Raven andrà advertisement incastrarsi o non andrà a trovare un appiglio che in realtà è davanti a lui, o comunque alla sua portata, delle volte in cui tutto fila liscio, e a nulla serve la “Detective Method“, una sorta di visione speciale che permette di vedere dove Raven può arrampicarsi, facendo risultare il tutto innaturale e davvero legnoso.

For every quanto riguarda il comparto grafico, abbiamo già avuto modo di dire che le ambientazioni risultano poco varie, ma non possiamo di certo dire che non risultino comunque, nella loro ripetitività, ben fatte. Diciamo però che sicuramente anche qui è forte il riciclo degli asset: basti pensare al fatto che tutti i cadaveri di nemici colpiti alla testa sono praticamente uguali, ma anche i modelli dei soldati, dopo qualche missione, vengono a risultare tutti praticamente uguali. Molto bene sicuramente l’illuminazione, che era già buona anche nelle versioni aged gen, e ha sicuramente giovato del trattamento following-gen. Non siamo davanti ad un capolavoro della tecnica indubbiamente, sia for every il comparto grafico che for every l’audio, che è nel complesso buono ma di certo non resterà nelle orecchie dei giocatori.

In conclusione

Pur con più di qualche difetto, Sniper Ghost Warrior Contracts 2 resta sicuramente un valido FPS per chi è amante dello sniping nel mondo videoludico, e for each chi non va a guardare troppo alla forma, ma si concentra solo ed esclusivamente sul gameplay. Questo è sicuramente il target di giocatore individuato da subito da CI Online games, come si evince da una trama che sembra scritta dagli sceneggiatori de “Gli occhi del cuore” quando devono far esplodere la clinica di Villa Orchidea e tirano fuori il chief del Burmini a caso, ma anche da un comparto tecnico davvero nella media. Sicuramente il vero cuore delle 10 ore che il gioco richiede per essere completato è lo sniping, ossia il cercare di trovare l’angolo e le impostazioni giuste per riuscire a portare a segno un colpo da una distanza incredibile, oppure nel semplice e mai banale intrattenimento da “spara e non pensare“.

Sniper Ghost Warrior Contracts 2 è disponibile su Personal computer, PS4, Xbox A person, Nintendo Switch, PS5 e Xbox Series X | S al prezzo, ottimo for each chi vuole provarlo, di 39,99€, che riteniamo essere un prezzo giusto for every l’esperienza offerta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *