Assassin’s Creed Valhalla – L’assedio di Parigi: Recensione della seconda espansione

Assassin’s Creed Valhalla ha da poco accolto la sua seconda espansione submit-lancio, L’assedio di Parigi, e mentre L’ira dei Druidi era un DLC di buon livello, l’ultima aggiunta alza ulteriormente l’asticella, e potrebbe essere la mia trama preferita in Valhalla finora. Come nel primo contenuto scaricabile, L’assedio di Parigi vi fa viaggiare fuori dall’Inghilterra, questa volta portando Eivor a Parigi for every aiutare un compagno di clan e, di conseguenza, gettandolo(a) nel mezzo di una delle battaglie più ambiziose della storia dei vichinghi. In questa avventura incontrerete un forged avvincente di personaggi accattivanti ma imperfetti attraverso un’avventura ben ritmata con alcuni nuovi colpi di scena al Credo e anche grazie all’ottimo gameplay rende il racconto indimenticabile.

Vi viene richiesto da Toka, un rappresentante del clan Elgring, di aiutare suo zio Sigfred ad affrontare le indistruttibili mura dell’imponente fortezza della Francia e porre fine alle vie di conquista di re Carlo. È una premessa abbastanza semplice ma non for each questo meno efficace, poiché una volta che vi dirigete a Parigi vi rendete conto che non tutto è così limpido e chiaro, con intrecci oscuri che spingono le azioni non solo dei vostri nemici ma anche di alcuni alleati.

Anche for every i personaggi più altruisti del gioco avrete dei forti dubbi e dovrete fare affidamento sul vostro istinto for every sapere veramente di chi fidarvi. Anche se riponete la vostra fiducia negli alleati giusti, non viene data una risposta chiara su arrive andranno a finire le vostre decisioni, e anche con quello che chiamereste “lieto fine”, rimarranno in voi degli interrogativi sul fatto che abbiate scelto bene oppure no. È merito della narrazione e della ricchezza delle relazioni che si creano in un tempo più breve che si senta un tale peso nel prendere queste decisioni, e in diversi punti sono stato costretto a tornare indietro e riprovare alcune sezioni solo per vedere arrive sarebbe andata a finire, anche se nella maggior parte dei casi sono rimasto fedele alla mia scelta originale. Quindi le scelte contano, pensate bene prima di fare qualsiasi cosa.

Molti personaggi vi sorprenderanno durante questo arco narrativo, ed è stato un piacere conoscerne la maggior parte. Richardis, il conte Odo, Pierre, Sigfred, Toka e Re Carlo sono ricchi di propri pregiudizi e speranze e fanno scelte discutibili lungo la strada, e tutto ciò rende questo nuovo pezzo del mondo di Valhalla autentico e vivo. Il forged e le loro storie sono ciò che distingue davvero L’assedio di Parigi, anche se ci sono alcuni altri elementi che sono meritevoli.

I lover della storia degli Occulti avranno nuovi contenuti, mentre coloro che cercano nuove missioni secondarie si divertiranno con le Missioni dei Ribelli. Queste missioni vi permetteranno di aumentare il vostro grado e potenziare le unità ribelli che Sigfred invia con voi. La parte migliore di questo sistema, tuttavia, è che c’è anche un negozio in cui potete acquistare equipaggiamento, e mentre le armi e i tatuaggi vanno bene, sono le rune che impressionano davvero, quindi vorrete almeno passare abbastanza tempo in questo sistema for every sbloccare alcune di queste nuove aggiunte.

L’altro nuovo elemento sono i topi, che non potete uccidere ma che vi circonderanno e infliggeranno dei danni. L’unico modo for each sbarazzarsi di loro è attaccarli, il che non li ferirà ma li farà scappare through, e se c’è uno scarico o una grata si dirigeranno verso di esso e vi daranno un po’ di tempo per respirare. Potete anche sparare a barricate sopra grate e canali di scolo per scatenarle sui soldati che stavano intorno a loro, ma spesso risultano più una seccatura da affrontare rispetto ai soldati. Se c’è un grande gruppo di loro, a volte potete dividere il gruppo quando attaccate, facendo sì che una metà vada verso una grata mentre l’altra corre in un angolo. Sebbene non facciano un sacco di danni, un’orda può divorare la vostra salute abbastanza rapidamente. Ancora più importante, possono impedirvi di muovervi mentre continuano advertisement attaccare, quindi erano solo di intralcio alle vostre scorribande. Non hanno davvero aggiunto molto al gioco e, nella maggior parte dei casi, ho solo cercato di evitarli il più possibile. Gli unici altri difetti degni di nota che ho riscontrato inizialmente (penso che poi siano stati patchati) sono stati alcuni rallentamenti evidenti in un paio aree affollate in sequenze molto movimentate.


L’assedio di Parigi di Assassin’s Creed Valhalla offre un’avventura che è riuscita ad intrattenermi, tenendomi inchiodato allo schermo fino alla battaglia finale e oltre, e tornerei in questo mondo in un baleno. Un cattivo che non ci si aspetta e un ricco cast di personaggi vi coinvolgeranno per tutta la durata dell’espansione, e anche se le nuove meccaniche del gioco non mi hanno davvero colpito occur speravo, fanno abbastanza for each sostenere una storia avvincente e piena di intrighi, perdite, guerre e perdono che consiglierei a chiunque ami questo franchise.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *